domenica 21 luglio 2013

21 luglio 2013

In occasione della Giornata Mondiale della Gioventù di Rio de Janeiro, ogni sera da martedì 23 a venerdì 26 alle ore 18.30 in Abbazia ci sarà la possibilità dell'ADORAZIONE EUCARISTICA.
Sabato 27 e domenica 28 sarà alle 17.30, prima della Santa Messa.
Buona settimana!


sabato 20 luglio 2013

I disegni del Beato Piergiorgio Frassati

In occasione della festa del Beato Piergiorgio Frassati abbiamo proposto ai bambini dell'Oratorio Estivo una gara di disegno il cui tema era proprio il patrono dei nostri Oratori. Hanno partecipato sia bambini delle elementari sia ragazzi e ragazze delle medie. I vincitori sono stati decretati dai nostri animatori.
Vincitore - Andrea Meneguzzo (2°elementare)

Vincitrice - Giuditta Meneguzzo (4° elementare)







domenica 14 luglio 2013

14 luglio 2013

Il FarOratorio questa domenica è online! 
Buona lettura e buona settimana!



Ultimo giorno in montagna, si torna a casa #Everybody


La Domenica è tempo per riordinare le camere, fare le valige e vivere insieme la Messa domenicale delle 11.00 presso l'antica chiesetta di Extrepieraz.
Don Roberto e Matteo devono tornare presto a Sesto e alle 8.00 sono già in partenza ma i ragazzi, ancora mezzi addormentati si affacciano dalle finestre delle camere e salutano calorosamente i due in partenza! Emozionante!

Facciamo colazione, recuperiamo l'immensa chiave della chiesetta dal custode e durante la celebrazione consegniamo le medaglie colorate dell'oratorio estivo ai ragazzi. Siamo ormai alle ultime ore di questa vacanza, pranziamo in casa e carichiamo in bagagli sul pulman. Prima di partire però, a grande richiesta, consegnamo ad ognuno i celebri titoli di Mr. e Miss della vacanza. Paolo spiega ai ragazzi che questo attesissimo gesto non appartiene al pavimento e alle pareti della casa ma ad una persona, ad un maestro e una guida che in questi anni ha saputo trasmettere le cose più belle e più grandi a chi a saputo e voluto ascoltarlo. Vogliamo trascriverli tutti, lasciando a voi, amici lettori che ci avete seguito, la curiosità di scoprire a chi appartengono.

Mr. Paracadute
Mr. Sorprendente
Mr. 9 in condotta
Mr. Animazione
Mr.Testa per pensare
Mr. Spalle per portare
Mr. Inedito
Mr. Mani per giocare
Mr. Corpo per donare
Mr. Prova superata
Mr. Capitano
Mr. Scarpe per camminare
Mr. Cittadino onesto
Mr. Futuro garantito
Mr. Serenità 
Mr. Emo..
Mr. Orecchie per ascoltare
Mr. Sherpa
Mr. QuizBody
Mr. Vertigo
Mr. Lodevole
Mr. Incubato
Miss. Prima linea
Miss. Ricarika
Miss Spegni la luce!
Miss Sorriso
Miss Che confusione..
Miss. Barbie-Regola
Miss Cometa
Miss Una direzione
Miss Sballo
Miss. Stella cadente
Miss Angelo
Miss Tour
Miss Mi lego ovunque


Noi educatori con don Alessandro vi auguriamo una felice estate e vi preghiamo di custodire tutto ciò che c'è di bello e grande di questa avventura insieme nel vostro cuore.
Vi aspettiamo alla festa di Settembre per rivedere insieme tutte le foto della vacanza!



sabato 13 luglio 2013

Corpo per donare - "EveryBody Style"

Il Sabato è giorno di bellissime sorprese. Pur avendo promesso la sveglia alle 7.00 per i ragazzi, gli educatori e don Alessandro decidono di regalare una mezz'oretta di sonno in più dato che questa mattina non dobbiamo prendere l'autobus ma ci muoveremo con pulmino e le auto di don Giorgio, Chiara, papà Franco e don Roberto!

La partenza è dal parcheggio di Barmasc; con don Roberto, che ha proposto l'affascinate escursione lungo il Ru Courtod, è arrivato anche Matteo Fabris, pieno di cose da raccontare dall'oratorio estivo e carico di entusiasmo per la buona riuscita della festa finale a Sesto. I ragazzi iniziano a passeggiare e canticchiare l'ormai celebre hit dell'estate "EveryBody Style!" data la presenza dei nuovi ospiti.

Don Giorgio è con noi e approfitta di questa pascolata per conoscere i ragazzi e le ragazze. Il sentiero è facile e costeggia l'antichissimo corso d'acqua; quarant'anni d'immensa fatica e dedizione da parte dei suoi padri fondatori sono stati necessari per costruire il Ru (1393 - 1433) che ha potuto così servire di acqua le aride colline di Saint-Vincent, Emarèse e Challant-Saint-Anselme, ridando speranza agli agricoltori locali. Dopo 600 anni il Ru Courtod è ancora presente e il suo ruolo è rimasto intatto, benché il suo aspetto sia in parte cambiato, soprattutto nel corso degli anni '70 del secolo scorso, quando importanti opere di intubazione ne hanno in parte cancellato il fascino di un tempo.

Schiviamo le mountain-bike che percorrono lo stesso itinerario e la folla di turisti (..noi siamo "escursionisti") fino a raggiungere l'alpeggio e agriturismo "La Tchavana"; lo invaderemo solo per i servizi e per qualche dolce dato che con noi abbiamo il nostro pranzo al sacco.

Trascorriamo le ore più calde come una gregge rilassato al pascolo, ci vogliamo ambientare. Alcuni giocano a baseball, altri ragazzi impugnano autonomamente la chitarra e si mettono in cerchio a cantare. Noi educatori osserviamo con commozione l'educazione, il rispetto dei luoghi e la voglia di stare in gruppo di questi giovanissimi amici.

Quando è ora di ripartire per casa, don Alessandro individua una croce vicino alla quale poter celebrare la S.Messa, non si assicura però della presenza prossima di un recinto con asinello e cavallo un pò fuori luogo. Conveniamo che è presto per un'ambientazione da presepe e ci spostiamo di qualche metro su un pendio inclinato. Inizia a tirare un pò di vento e non è uno dei posti migliori in cui si può celebrare ma ancora una volta i ragazzi ci stupiscono con l'Attenzione e la voglia di partecipare alla Messa con tutto il corpo. Uno Stile ci è stato trasmesso!

Ci rimettiamo sulla via del ritorno, Silvia e Paolo ne approfittano per comprare alcuni "Torcetti" (dolcetti al burro) da portare agli adulti che ci aspettano a casa, per ringraziarli del loro servizio gratuito in questa vacanza.


La serata si conclude con il tradizionale spettacolo dopo cena, preparato in ritagli di tempo ma ugualmente divertente e coinvolgente! Ogni gruppo si esibisce in un numero di magia, recitazione, canto, ballo etc. e riceve il verdetto dalla scrupolosa giuria composta da Matteo, don Roberto, Alessandra e Andrea.
Prima di andare a letto, viviamo un breve ma intenso momento di Adorazione Eucaristica in cappella in cui viene offerta la possibilità di restare a pregare in silenzio, dopo di che e andiamo tutti a dormire. Buona notte!


venerdì 12 luglio 2013

Volto per essere riconosciuti - ...anche in notturna!



La giornata inizia con una tranquilla pascolata verso il parco giochi di Brusson. Giochiamo a bandiera incrociata e trascorriamo la mattinata attorno al turistico laghetto. Nel frattempo don Luigi si è alzato di buon mattino e in 2h e 15min raggiunge il rifugio Grand Tournalin per ripercorrere il nostro itinerario del giorno precedente; lo ritroveremo accaldato ma soddisfatto per il pranzo a casa dove ci attendono altri ospiti che sono già al soggiorno per mangiare con noi. Il pomeriggio decidiamo di sposarci con l'autobus al parco di Champoluc dove don Giorgio e don Alessandro si schierano rispettivamente in due squadroni per una partita di calcio con i ragazzi.

Carla ci porta come sempre l'immancabile merenda e ci muoviamo divisi in gruppi con innumerevoli responsabili per i negozietti di souvenir lungo la via centrale del paese.

Il pullman che attendiamo alle 17.30 arriva carico di altri turisti come il più saturo dei treni di punta di Milano. Siamo in quarantaquattro. Come faremo? 
Decidiamo di usare ancora una volta la carta jolly Pasquale. Carichiamo tutti i ragazzi che ci stanno sull'autobus di linea e i rimanenti otto sul pulmino che ci viene a recuperare.

Una rapida doccia a casa, la celebrazione della S.Messa celebrata da don Luigi, che ci saluta per ritornare a Sesto Calende, dove sta per iniziare la festa finale dell'oratorio estivo.

Consumiamo la cena e armati di torce, felpe mimetiche e scarponi ci avviamo nuovamente lungo il sentiero per Brusson per il gioco notturno nell'area pic-nic in pineta.

Il gioco è già stato collaudato da Andrea, Alessandra e Chiara nei SeraGrest passati a Sesto e viene una favola! Tra inseguimenti al buio, banditi, soldati u.s.a. alla ricerca delle pepite d'oro facciamo le 23.00 passate.

Torniamo a casa dove ci rinfreschiamo, concludiamo ringraziando ancora una volta il Signore che cerchiamo nel volto dei nostri amici e compagni di vacanza.
Buona notte!

giovedì 11 luglio 2013

Testa per pensare! Alla conquista del Grand Tournalin

La sveglia è presto perchè abbiamo un autobus da prendere e alcuni sono un pò addormentati, come Alessandra che rimane in scarpe di tela invece di indossare gli scarponi quando ormai è già salita sul bus.
Raggiungiamo Saint Jacques e ci incamminiamo sul sentiero per il Grand Tournalin, avvolti da un bellissimo, caldo e scottante sole mattutino; finalmente!

La fatica si fa sentire subito sul primo tratto ripido ma gli educatori incoraggiano il gruppo a proseguire il cammino, promettendo la soddisfazione di raggiungere un obbiettivo.

Una jeep accompagna il nostro amico Paolino, con l'aiuto di Chiara e Paola. Anche Carla, Maria e Augusta salgono con loro per condividere insieme la giornata in vetta.

Arrivati al rifugio si pranza all'aperto, invadendo l'area pic-nic ma consumando qualcosa al bar; Paolo, Silvia e altri undici ragazzi si infilano due panini in bocca e proseguono per un altro breve tratto di salita, verso Col de Nannaz (2773 mt) ancora spruzzato di neve.


 Il silenzio e il panorama di questi luoghi è sempre in grado di affascinare ed è attraverso la preghiera prima di ripartire che possiamo onorare il Creato intorno a noi.
Non vorremmo esagerare ma questa dura salita e la rispettiva meta raggiunta ha illuminato i volti di alcuni nuovi scalatori un pò insicuri in partenza. E' nella successiva discesa infatti che gli educatori possono raccogliere e ascoltare a caldo le impressioni e commenti positivi di questa esperienza.

Un'altra sopresa ci attenda a casa: il parroco don Luigi e don Giorgio sono venuti per salutarci e per condividere con noi un pezzettino di vacanza.
Don Giorgio si presenta ai ragazzi, celebra la S.Messa della sera e durante l'omelia ci propone l'importanza di tre parole che iniziano con la lettera A: Attenzione, Amicizia e Allegria.




Ceniamo con gusto e appetito senza avanzare niente nel piatto e terminiamo la giornata concludendo la seconda parte del gioco "QuizBody". 






mercoledì 10 luglio 2013

Spalle per portare - Elefanti sul filo di una ragnatela..


Inizia un nuovo giorno. "Le spalle per portare" è il titolo che ci accompagnerà per tutta la giornata, l'impegno è quello di prendersi cura dei più piccoli e delle loro necessità.


Ci spostiamo a Pracharbon (presso la casa dei Salesiani), a circa mezz'oretta da casa, per giocare a pallabase. I nostri ragazzi stanno continuamente dimostrando che sanno ascoltare le regole per giocare bene insieme e che sanno accogliere tutte le nostre nuove proposte.

Ritorniamo alla casa affamati come una mandria di "elefanti sul filo di una ragnatela"; è Simone che guida un coro di voci , intonando questa buffa filastrocca) e incontriamo Paola, Paolino, Chiara e Andrea che ci hanno raggiunto per vivere insieme il resto della settimana.

Dopo pranzo, convinti di poter uscire subito per un'altra passeggiata, siamo nuovamente bloccati dal nostro caro amico meteo uggioso. In una breve tregua di sole, stanchi di rimanere chiusi in casa, sfidiamo la pioggia e ci avventuriamo verso Brusson con i nostri già collaudati k-way.


Ci arrendiamo solo a metà percorso, quando riprende a piovere e ci facciamo recuperare da Pasquale, Chiara e Carla che prontamente arrivano a recuperarci con il pulmino e auto. Ci abbiamo provato!

La giornata si conclude con l'appuntamento della S.Messa, la cena e ancora una volta il tanto richiesto gioco "Mafia". Buona notte.

martedì 9 luglio 2013

Schiena dritta per Mascognaz-Crest

Ci svegliamo alle sette con sottofondo di chitarra e con le finestre aperte per far cambiare aria alle camere. La meta di oggi sarà il villaggio walser di Mascognaz. Prima di incamminarci raggiungiamo la chiesa di Champoluc per la nostra preghiera quotidiana.

Dopo l'iniziale rampicata, arriviamo agilmente a quota 1850 mt. e sul tetto di alcune baite si fanno notare due simpatici operai che Silvia rimprovera per il mancato utilizzo dei caschetti gialli e delle imbragature di sicurezza. E' presto per pranzare, allora decidiamo di sfidare qualche nuvoletta e proseguire il sentiero verso il Crest.

Arrivati all'impianto del Crest, i colleghi dei suddetti sono alle prese con betoniere e camion a gasolio che non ci permetto di apprezzare la fresca aria di quota. Decidiamo che è ora di pranzare insieme nonostante siano le 11.00 (orari che confermano il nostro stile di solidarietà con la terza età).

Le nuvole dietro le cime sono minacciose e ci intimano di fare presto ritorno a casa; Paolo estrae un arco e delle frecce per provare questo suo nuovo giocattolo insieme ai ragazzi.

Inizia a piovigginare ma siamo super attrezzati. Tutti si infilano il k-way e canticchiando ritorniamo celermente sui nostri passi. Una pineta ci protegge ulteriormente e finalmente ritorna un po' di sole quando ormai siamo arrivati a valle.

Sui volti dei ragazzi iniziamo a scorgere soddisfazione e gioia per la piccola ma impegnativa impresa di questa giornata. Anche la partecipazione alla S.Messa prima di cena è vissuta bene.

Ceniamo e abbiamo ancora energie per un gioco insieme:"Quiz Body" e come di consueto Don Alessandro ci aiuta a concludere la giornata davanti al Signore. Buona notte.

lunedì 8 luglio 2013

Polmoni per RESPIRARE...e per soffiar via le nuvole


La sveglia di questa mattina è alle otto ma alcuni sono così entusiasti di iniziare il nuovo giorno che preferiscono svegliarsi da soli in anticipo, un po' rumorosamente.

Il tema di quest vacanza comunitaria prosegue le tappe del cammino all'oratorio estivo, dal titolo: "Everybody", un corpo mi hai preparato!

Ci soffermiamo alla scoperta del significato dei polmoni: la Fede come il polmone del Cristiano. L'impegno del giorno è quello di fare un pò di respiri prima di reagire, evitando di parlare in momenti inopportuni o di usare un linguaggio troppo spesso sgradevole.


Segue un grande gioco a tema all'aperto prima del pranzo; le regole assomigliano al classico castellone ma oltre a recuperare la bandiera, i conquistatori devono superare una prova di respiro facendo due grosse bolle di sapone dopo che arrivano affannati dalla corsa..


Quando nel pomeriggio siamo già pronti, con gli zaini in spalla, gli scarponi ai piedi, carichi per una breve escursione..il meteo ci regala... una "generosa" giornata in casa! Vorremmo soffiare via questa perturbazione con i nostri polmoni ma è impossibile..



La pioggia che viene e che va è un po' noiosa ma i ragazzi riescono a giocare ammirevolmente insieme e a divertirsi con giochi di società come gli scacchi, le carte e il tennis tavolo..sembriamo più una casa di riposo che una frizzante vacanza di passeggiate in montagna! 

Neanche il tempo di digerire il pranzo che ci imbottiamo della merenda delle cinque (pane e Nutella). Partecipiamo alla S.Messa e siamo di nuovo a tavola per la cena. 

A questo punto, arrivata a sera, per non bruciare troppe calorie e spendere tutte le energi del giorno.., ci "scateniamo" da seduti con il celeberrimo gioco di ruolo intitolato "Mafia"; 


..scendiamo in cappella per la preghiera della sera, ci auguriamo la buona notte e iniziamo a sognare un resistentissimo Sole per l'uscita di domani!

Let's go EveryBody, siamo partiti!



Parte l'attesa esperienza comunitaria in montagna che vede protagonisti i nostri amici delle medie ed elementari.

A guidare la vacanza quest'anno ci sono don Alessandro, Paolo, Silvia e Alessandra insieme al prezioso  e attento aiuto di Carla, Lina, Maria, Augusta, Luciano e Pasquale.


Il viaggio trascorre serenamente tranne uno "space vertigo" (tipico di un parco giochi) che nel percorrere i tornanti sollecita lo stomaco di qualche passeggero.

Il primo appuntamento è la celebrazione della S.Messa nella cappella della casa.

A seguire un pranzo abbondante, tipico del collaudato team di cuochi e cuoche, le regole del vivere bene insieme e l'assegnazione delle camere.

Nel pomeriggio ci dedichiamo a un pò di sano sport di quota, con qualcuno pronto a utilizzare il suo "gelosissimo zaino-paracadute"; vi spiegheremo il perchè nelle prossime puntate...

Una gustosa merenda reintegra le energie spese e ci prepara ad una avvincente palla-battaglia epica sul campo da basket.

La prima giornata si conclude positivamente grazie alla disponibilità dei ragazzi e delle ragazze nel mettersi in gioco con tutto il Corpo! Preghiera della buona notte e del buon riposo.

p.s. Il cordless che risponde al numero fisso della casa è momentaneamente in riparazione, potrebbe non funzionare correttamente, stiamo provvedendo. Potete tranquillamente utilizzare i riferimenti telefonici dei cellulari e il numero di don Alessandro per eventuali comunicazioni urgenti. Grazie della collaborazione.

mercoledì 3 luglio 2013

La parola ai bambini



Per me l'Oratorio è un posto speciale dove si gioca e dove si imparano tante belle cose. Qui si può anche stare vicino a Gesù e si possono conoscere nuovi amici. Gli animatori sono molto gentili e ci aiutano quando siamo in difficoltà! Che bello l'Oratorio!
Alessia Cristina

Per me l'Oratorio è come un "Luna Park": pieno d giochi e di bambini e bambine, ragazzi e ragazze tutti  diversi e che si divertono. Per me l'Oratorio è un divertimento unico, pieno di giochi! L'Oratorio è bellissimo!
Sara Balzarini

Il primo giorno che sono venuta all'Oratorio non conoscevo nessuno e mi vergognavo molto, ma Rossella (un'animatrice) mi ha fatto giocare con lei, altre animatrici e altri ragazzi.
Il giorno dopo ho incontrato due ragazze, che sono Michela e Martina. Siamo diventate subito amiche e adesso mi diverto con loro, giochiamo, balliamo e scherziamo insieme. Sono molto contenta perchè ho trovato anche tante nuove amiche.
Endi

(3/07/13)
All'Oratorio mi sto divertendo molto, tutti mi hanno accolto benissimo. La gita a Ondaland è stata bellissima e ho conosciuto un'animatrice molto simpatica. Sabato 29 è stato bellissimo, mi sono divertita molto anche se avevo paura; sono riuscita a superarla grazie alle mi amiche e alle animatrici. Mi è piaciuto molto "Everybody style": sono stati tutti bravissimi! Sono molto contenta!
Endi